Apollo 17: torneremo?

Pubblicato il da Riccardo





Cernan, seduto; alle sue spalle da sinistra Schmitt ed Evans.



Roll out di Apollo 17.


















Quando Apollo 17 partì, il 7 Dicembre 1972, ore 0533 GMT (mezzanotte e 33 minuti in Florida) fu il primo lancio in notturna di un equipaggio americano. E fu l’ultimo lancio del programma Apollo e l’ultimo di un equipaggio umano sulla luna.

Comandante, Eugene Andrew Cernan (già Apollo 10), CMP Ronald Ellwin Evans Jr., LMP Harrison Hagan "Jack" Schmitt, di professione geologo il primo scienziato in senso stretto a partecipare a una missione spaziale, e il primo astronauta americano a non avere pregresse esperienze militari (benché non sia il primo civile in senso lato, Neil Armstrong si era già dimesso dall’Air Force, e quindi era un civile a tutti gli effetti, quando scese sulla Luna).

Cernan e Schmtt atterrarono l’11 Dicembre 1972 nei pressi del cratere Littrow, parte della omonima valle Taurus-Littorw del cosiddetto Mare Serenitatis. La prima EVA, quel giorno stesso, per una durata di 7 ore e 12 minuti, fu passata in gran parte per l’installazione dell’ALSEP, che prevedeva, oltre i classici esperimenti, anche un contatore di impatti meteorici, misurazione della quantità di energia elettrica nel suolo lunare, sensori per la misurazione della radiazione cosmica, neutroni e campi gravitazionali lunari.


















Il giorno successivo, gli astronauti esplorarono diversi crateri, fra i quali il Shorty, dove Schmitt raccolse delle palline di colore arancione di un materiale simile al vetro e la cui esatta composizione, a quasi quarant’anni di distanza, non è stata ancora completamente determinata. In questa e nella terza EVA, furono inoltre piazzate delle cariche esplosive che sarebbero poi state fatte esplodere a comando per effettuare misurazioni sismiche.

L’ultima EVA, della durata di 7 ore e 15 minuti, il 13 Dicembre,, portò l’equipaggio nuovamente in perlustrazione di diversi crateri.

In totale, l’equipaggio aveva percorso coi il rover oltre trenta chilometri, raccolto 111 chilogrammi di campioni lunari, scalato crateri e montagne. Con una permanenza di 74 ore e 59 minuti stabilì la massima durata di un equipaggio umano sul suolo del nostro satellite. Eugene Cernan è l’ultimo uomo ad avere lasciato la luna, alle 0540 GMT del 14 Dicembre 1972.

Il modulo lunare, radio call Challenger, fu fatto schiantare sulla luna a circa 10 chilometri dal punto di atterraggio per le solite misurazioni quindi si procedette al recupero delle pellicole dell’SIM con una EVA del CMP Evans (Schmitt stand up) della durata di 66 minuti.


Il modulo di comando di Apollo 17, radio call America, ammarò nei pressi delle isole Samoa il 19 Dicembre 1972, ore 1924 GMT, e fu recuperato dalla portaerei Ticonderoga, come il precedente Apollo 16. Il programma lunare americano era terminato.

 





Cernan.



Cernan.











Schmitt.



Ancora Schmitt.

















































Trans-Lunar EVA



























Challenger dopo il rientro dalla Luna ripreso da America.





L'ultima missione Apollo al momento del ritorno a terra.




Sotto: la targa lasciata da Apollo 17 sulla luna.


Con tag Apollo

Commenta il post